Like@Rolling Stone

Mauro Presini


1 Commento

D.S. ovvero Dialogo Surreale

sweetseymourskinnersbaadassssssong9Dialogo Surreale sul difficile mestiere del Dirigente Scolastico alle prese con il difficile ruolo dell’insegnante al momento della chiamata diretta.
Ovvero: Dramma Semiserio fra un Capo d’Istituto (DS) ed una docente neoassunta (Doc), in poche battute telefoniche ma con molti “scatti” alla risposta.

Continua a leggere


Lascia un commento

Come NON prepararsi al colloquio col dirigente

king-crimson-in-the-court-of-the-crimson-kingSul sito di Orizzonte Scuola ho letto un articolo intitolato: Chiamata diretta, come prepararsi al colloquio col dirigente in 10 mosse. Mentire si può, attenti a Skype.
L’ho trovato scandalosamente frivolo ma terribilmente rivelatore della trasformazione in atto nel nostro Paese: dalla scuola della Repubblica si sta passando ad un’azienda imbarazzante, pomposamente venduta come “buona scuola”.
Continua a leggere


Lascia un commento

Referendum Scuola: depositate oltre 2 milioni di firme

scuolaOltre 2 milioni di firme appena consegnate in Cassazione, più di 515.000 a quesito. Come previsto, sono arrivate altre decine di migliaia di firme in questi ultimi due giorni, quindi…. risultato raggiunto!
Di seguito il comunicato stampa del Comitato Referendario Scuola Pubblica.
Comunque la pensiate, grazie a tutt@ per l’incredibile sforzo!

Continua a leggere


Lascia un commento

Facciamo i conti perché ci contiamo

Contare-su-di-teDa Abano Terme a Bortigali
Parliam di referendum sociali
Da Ro fin giù a Frascati
Tre mesi sono passati.
Da Adro a San Ferdinando
Ogni firma stiam contando.
Da Oristano a Boara Pisani
bisogna metterci le mani.
Da Predoi a Lampedusa
La conta non è conclusa.
Da Roma a Pedesina
la cima è ormai vicina.
Da Alcamo a Semestene
ci speriamo tutti insieme.
Da Palazzo Adriano a Capraia
Ce ne son centinaia di migliaia.
Da Ro a San Vito al Tagliamento
A ciascuno va un ringraziamento!

Continua a leggere


1 Commento

Scuola, cocomero e hamburgher

charlie2Prima che lei nascesse i suoi genitori volevano farla diventare una scuola materna.
Appena venuta al mondo, una piccola scuola come lei passò quasi inosservata, ma tra i vecchi istituti ci fu un gran parlare: “Ma chi si crede di essere così piccola?”, “È tutta a piano terra e non ha neanche le scale!”, “Da dove salta fuori questa scuoletta che siamo già in tante!”, “I genitori dovrebbero pensarci due volte prima di fare delle scuole così”.

Continua a leggere


Lascia un commento

Mai scrivere”noi”

NO TAV val di Susa e democrazia vincerannoDentro la parola NOI c’è un punto di vista collettivo.
Dentro la parola NOI c’è il sentirsi parte di un gruppo.
Dentro la parola NOI c’è un legame con una comunità.
Dentro la parola NOI non ci può essere un “concorso morale in violenza aggravata e occupazione di terreni” se TU non hai compiuto questo reato.

Continua a leggere


1 Commento

C’era una volta un PTOF in un Collegio

Terry&DenisLa mia amica Teresa Fregola ed il collega Denis Biancucci hanno chiesto di intervenire ad un loro Collegio dei Docenti.
Da subito, quello che intendevano dire è risultato un po’ insolito nel metodo ma estremamente chiaro nel merito.
Hanno infatti “favolizzato” e musicato il mio post “Io sono PTOF, figlio di POF, della tribù dei RAV” in cui, giocando con diversi acronimi scolastici, criticavo il modo di parlare esclusivo ed escludente di noi insegnanti ed auspicavo il tentativo di trovare parole giuste e nuove narrazioni per far capire i pericoli della “cattiva” scuola renzusconiana. 

Continua a leggere


Lascia un commento

Vado a vivere ad Hafnarfjordur ovvero “Meno selfie e più elfi”

Fonte: La Repubblica

Fonte: La Repubblica online

Il mio amico Giorgio mi ha inviato un suo originale commento alla partita degli europei svoltasi ieri sera fra Portogallo ed Islanda.
Comunque riusciate a vivere anche con un livello basso di calcio nel sangue, buona lettura.

Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.250 follower