HEBE_2

Le donne lo sanno
che niente è perduto
che il cielo è leggero
però non è vuoto.
Al limite del dolore
al limite dell’amore
conoscono voci che non sai.
Una donna che lo sa e lo ha sempre saputo.

Una donna che crede nella memoria fertile.
Una donna di 84 anni che non si rassegna.
Una donna che lotta in difesa dei diritti umani.
Una donna divenuta il simbolo della lotta contro le ingiustizie.
Una donna che ha ricevuto il premio Unesco 1999 per l’Educazione alla Pace.
Una donna a cui la dittatura militare argentina ha rubato due figli e una nuora.
Una donna che sostiene che non ci possa essere un futuro senza la memoria di un passato.
Una donna che insieme alla sua Associazione svolge il suo lavoro prevalentemente nelle scuole.
Una donna che si dedica a progetti di recupero archeologico e antropologico dei luoghi legati alla repressione per la sensibilizzazione e la diffusione delle necessarie informazioni.
Una donna che lotta: HEBE DE BONAFINI, sarà a Ferrara mercoledì 13 marzo 2013*.
Comunque rendiate fertile la memoria, buona partecipazione. Mauro

* Nota: il 13 marzo è anche la data di nascita di Luciano Ligabue, autore dei versi iniziali.

Dopo il golpe militare del marzo 1976, un gruppo di madri argentine ebbe il coraggio di sfidare la dittatura per ritrovare i loro figli scomparsi (i cosiddetti desaparecidos), dando vita alla storica marcia che ancor oggi, a più di trent’anni di distanza, continua ogni giovedì in Plaza de Mayo a Buenos Aires, forti solo del fazzoletto bianco che si annodano sotto il mento. I militari avevano sequestrato e ucciso trentamila oppositori politici, ragazzi e ragazze torturati nei campi di concentramento clandestini e nell’intero paese, gettati in mare con i “voli della morte” ma le Madres di Plaza de Mayo non si lasciarono intimidire neppure quando il regime sequestrò e uccise le tre donne che avevano dato vita al gruppo.
Anche dopo la caduta della dittatura militare l’impegno delle Madres non si è fermato e la grande notorietà che hanno conquistato nel mondo con il loro coraggio non le ha cambiate.
Le Madres hanno infatti continuato negli anni a sviluppare in molte direzioni il valore e la forza fertile della loro maternità, come potere irrevocabile capace di generare sogni progetti e relazioni, e ancor oggi ci consegnano uno straordinario esempio di pratica politica e umana da cui sono nati un centro culturale, un’Università, una radio e un’infinità di laboratori e progetti sociali di grande importanza per la società argentina e per il mondo.
La memoria “fertile” delle Madres di Plaza de Mayo
incontro con Hebe de Bonafini
mercoledì 13 marzo ore 12.00 Centro per le Famiglie – Isola del Tesoro
Piazza XXIV Maggio (Acquedotto Monumentale)

PROGRAMMA
ore 12.00
introducono

Tiziano Tagliani, Sindaco di Ferrara
Letizia Bianchi, Università di Bologna
Interviene:
Hebe de Bonafini, Presidente Ass. Madres di Plaza de Mayo (Buenos Aires, Argentina)
ore 13.30: buffet a cura dell’Associazione Libera e delle cucine delle scuole dell’infanzia comunali (5 euro)
Incontro organizzato e promosso da:
Centro per le Famiglie di Ferrara, LIBERA, C.I.R.C.I., Scuola della Nonviolenza, Emergency, Dammi la Mano, Centro Documentazione Donna, Amnesty International, ANPI-Ferrara, C.i.e.s., Unione Donne in Italia, Centro Donna Giustizia

Annunci