VadoScuola06

Non sono parente del regista, non conosco gli attori, non lavoro per il produttore, non possiedo cinematografi,  e non riceverò nemmeno un soldo per questo “consiglio” filmografico che metto insieme in tutta fretta perché adesso… vado a scuola
Vado a scuola è un film che narra la storia di quattro bambini provenienti da angoli del pianeta differenti ma uniti dalla stessa sete di conoscenza. 
Jackson, Zahira, Samuel e Carlito sono gli eroi di Vado a scuola.
Dalle savane pericolose del Kenya, ai sentieri tortuosi delle montagne dell’Atlante in Marocco, dal caldo soffocante del sud dell’India, ai vertiginosi altopiani della Patagonia, questi bambini sono uniti dalla stessa ricerca, dallo stesso sogno. 
Quasi istintivamente sanno che il loro benessere, anzi la loro sopravvivenza, dipenderà dalla conoscenza e dall’istruzione scolastica.
Il film di Pascal Plisson, già insignito del logo Unesco, racconta il viaggio di iniziazione che cambierà le loro vite per sempre.
Sono previste a Ferrara due proiezioni per le scuole: una il 7 novembre e l’altra il 14 novembre al Cinema Apollo (per prenotazioni Agiscuola Emilia Romagna: 051/254582)


L’IDEA
Racconta il regista: Vado a scuola nasce da un incontro straordinario che mi ha commosso profondamente. Ero nel Nord del Kenya alla ricerca di luoghi per un film sulla natura. Ho intravisto alcune strane forme in lontananza. Camminavano dritti verso di noi e quando si sono avvicinati mi sono accorto che erano tre giovani guerrieri Masai. Mi hanno spiegato che avevano lasciato la casa prima dell’alba e che avevano corso due ore per raggiungere la scuola.
Questi giovani Masai hanno rinunciato ad esser guerrieri pur di studiare. Volevo fare un film su questi bambini.
VadoScuola08LA RICERCA
Abbiamo ottenuto il sostegno dell’UNESCO e diAIDE ETACTION, un’organizzazione internazionale che lavora per l’istruzione. Ci siamo informati su chi erano gli alunni che affrontavano i viaggi più difficili per raggiungere la scuola e abbiamo raccolto circa 60 storie provenienti da tutto il mondo.
VITE CATTURATE
Questi bambini non sono attori, volevo che continuassero a vivere la loro vita come al solito. Era importante che rimanessero se stessi nonostante la nostra presenza. Ho anche fatto il viaggio a scuola con ciascuno di loro diverse volte, così ho potuto veramente capire com’era, cosa succedeva durante il cammino. I bambini non avevano mai visto una macchina fotografica o una troupe cinematografica. L’unica cosa che ho chiesto loro è stata di non guardare nella fotocamera. Ho voluto che si comportassero con naturalezza, li lasciavo percorrere il loro cammino verso la scuola liberamente e mi posizionavo sulla strada per filmarli.
OGGI
Non è possibile immergersi in questo tipo di progetto e poi lasciare le persone che hai incontrato dove le hai trovate come se niente fosse. Sono ancora in contatto con i bambini.

Abbiamo acquistato una sedia a rotelle per Samuel più adatta alle sue esigenze.
I bisogni di Carlito e Zahira sono diversi e abbiamo lavorato con le scuole e con le organizzazioni che li supportano.
Ogni bambino deve essere aiutato a sviluppare il proprio potenziale, sia che viva in un angolo sperduto del pianeta, sia nelle nostre città.
VadoScuola04JACKSON Laikipia – Kenya
Ogni mattina Jackson, 10 anni, mette a rischio la propria vita viaggiando per più di 15 chilometri per andare a scuola.
Due ore di arduo cammino durante le quali si avventura nelle foreste imbattendosi in pericolosi animali. In questa regione, ogni anno, cinque bambini vengono uccisi dagli elefanti.
La Soi Oudo School ha circa trecento allievi. È un’ istituzione governativa con risorse estremamente limitate e non è dotata di acqua potabile, così ogni studente deve portare tre litri d’acqua e la legna per il fuoco. Il pranzo non è garantito e i bambini spesso arrivano e ripartono da scuola con lo stomaco vuoto.
Il padre di Jackson non possiede bestiame, questo a di lui uno dei bambini più poveri della scuola. Ogni giorno guida la sua sorellina per mano attraverso i pericoli. La sua ambizione è vincere una borsa di studio per andare al college. Jackson sogna di essere così istruito a poter ottenere un buon lavoro e riscattare la sua famiglia dalla povertà.
ZAHIRA Alto Atlante – Marocco
Zahira è una ragazza che vive nel villaggio berbero di Douar Tinghrine. Suo padre Hassan lavora duramente, sua madre Fatima si prende cura della casa e degli animali.
VadoScuola05Zahira ha due fratelli e quattro sorelle. La più giovane frequenta la scuola del villaggio. I fratelli hanno proseguito gli studi fino alle scuole superiori, ma questa stessa opportunità non è stata concessa alle sorelle più grandi, le quali lavorano a casa aiutando la madre o si sono sposate a tredici anni.
Zahira è sempre stata la migliore tra gli studenti della sua classe. Il suo sogno è diventare una donna poliziotto per difendere i diritti delle donne e dei bambini. Ogni lunedì va alla Junior School ad Asni, cittadina troppo lontana per andare e tornare in giornata.
Durante la settimana vive in un alloggio per studenti. Il suo è un viaggio lungo e pericoloso, durante il quale incontra le sue compagne di scuola Zineb e Noura.
All’età di 11 anni, è Zahira che motiva le sue amiche quando il viaggio sembra essere troppo lungo o difficoltoso.
SAMUEL Baia del Bengala – India
Vado a scuola09Dopo aver contratto la poliomelite, il dodicenne Samuel non è più riuscito a camminare, ma la sua sete di sapere è così forte che niente può impedirgli di andare a scuola. Proveniente da una famiglia poverissima di pescatori, lui e suoi due fratelli posseggono uno straordinario coraggio.
Vivono in India, nel sud Madurai, in un minuscolo villaggio vicino allo Sri Lanka.
Ogni mattina, Samuel, Emmanuel e Gabriel si alzano all’alba e partono per andare a scuola, lontana 8 chilometri. La strada è un vero e proprio percorso di guerra, pieno di insidie, che richiede un enorme sforzo fisico e una volontà di ferro. Problemi meccanici alla sedia a rotelle, piogge scroscianti, buche sono solo alcuni degli ostacoli che devono affrontare.
Samuel si è rivelato essere un eccellente studente, dotato di humour e immaginazione.
Il suo grande desiderio è diventare un dottore per aiutare gli altri bambini che hanno sofferto come lui.
Qualunque siano le condizioni, i motivi e gli obiettivi, lo sbalorditivo sforzo di Emmanuel e Gabriel per accompagnare tutti i giorni il loro fratello a scuola, rimane straordinario e ineguagliabile.
CARLITO Patagonia – Argentina
VadoScuola02Carlito ogni mattina si alza all’alba e cavalca per più di 25 chilometri per i vasti paesaggi della Patagonia. Il suo cavallo Chiverito gli è stato regalato dal padre. Condivide il suo viaggio verso la scuola con la sorellina Micaela. Figlio di un pastore, Carlito vive nel cuore remoto della Cordigliera delle Ande, con suo padre, sua madre e sua sorella. 
È una famiglia molto unita che ha costruito la propria casa in mezzo alla natura selvaggia, in una valle isolata dal resto del mondo. Carlito è il più grande e le speranze della famiglia sono riposte sulle sue spalle.
Il viaggio di Carlito per andare a scuola è una vera escursione. Grazie a Chiverito affronta ogni sorta di condizione climatica e attraversa ogni tipo di percorso: canyon, pianure e fiumi. Esiste uno straordinario legame tra il ragazzo e l’animale. Carlito vorrebbe diventare un veterinario per migliorare la qualità di vita dei pastori del suo paese.

VadoScuola00

(Il materiale pubblicato è tratto dal libretto a cura di Academy Two)

Annunci