diritti-bambini-2Il 20 novembre 1989 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.
Tutti gli stati del mondo, nel tempo, l’hanno ratificata (“ratificare” vuol dire che uno Stato fa diventare propri, attraverso le sue leggi, i contenuti di un Accordo o di una Convenzione).
Rettifico… non proprio tutti gli stati hanno detto: “Ratifico”. 

Ne mancano due. Il primo è la Somalia, paese in cui attualmente si stanno chiudendo le principali radio libere e si stanno uccidendo i giornalisti scomodi. L’altro sono gli Stati Uniti, il paese che ha inserito nella propria Dichiarazione di Indipendenza la ricerca della felicità come diritto inalienabile, lo stesso paese che ha inserito il diritto di possedere armi nella propria Costituzione, il paese che rivendica il diritto di esportare la democrazia.
Per me, oggi, la notizia non è tanto l’anniversario della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia ma la mancata sua ratifica, a 24 anni di distanza, da parte di questi due paesi.
Un’altra notizia, invece, è che nella cosiddetta Legge di Stabilità (Stabilità di chi? Per chi ?) c’è la proposta di tagliare il Fondo Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza da 40 a 28 milioni di euro.
Per quale stabilità? (Stabilità di chi? Per chi ?)

Unicef07Io penso che per scommettere sui diritti occorra investire culturalmente ed economicamente, altrimenti quei diritti rimarrebbero soltanto belle dichiarazioni di principio da celebrare nelle ricorrenze.
Anche se non è un’altra notizia, aggiungo volentieri che stamattina i bambini e le bambine della classe quarta, dopo avermi ascoltato parlare della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia, hanno partecipato ad una discussione dicendo che, secondo loro, …

I BAMBINI DOVREBBERO AVERE IL DIRITTO DI:
AIUTARE

AVERE AMICI
AVERE LA TESTA FRA LE NUVOLE
AVERE DEL TEMPO LIBERO
AVERE UNA CASA
AVERE UNA FAMIGLIA
BALLARE
CANTARE
Unicef04CORRERE DALLA MAMMA O DAL PAPÀ
CRESCERE IN TRANQUILLITÀ
DIRE LA VERITÀ
DIRE QUELLO CHE SI PENSA
DISEGNARE
DIVERTIRSI
ESPRIMERSI IN MODI DIVERSI
ESSERE ABBRACCIATI
ESSERE ACCOLTI
ESSERE ACCUDITI
ESSERE AIUTATI
ESSERE AMATI
ESSERE ASCOLTATI
ESSERE COCCOLATI
ESSERE CURATI
ESSERE FELICI
ESSERE LIBERI
ESSERE NUTRITI

ESSERE PROTETTI
ESSERE RASSICURATI
FARE COSE SICURE E ADATTE
FARE SPORT
FESTEGGIARE
GIOCARE
IMPARARE TANTE COSE NUOVE
IMPARARE UNA LINGUA DIVERSA
IMPEGNARSI NELLE COSE CHE SI FANNO
INVENTARE GIOCHI E STORIE
LAVARSI
OZIARE
RECITARE
RIDERE
RIPOSARSI
SPORCARSI
STARE AL CALDO
STARE ALL’ARIA APERTA
STARE BENE
STARE IN COMPAGNIA
SUONARE
VEDERE LUOGHI DIVERSI
Tutti i diritti sopra elencati sono stati approvati all’unanimità. Un solo diritto non ha avuto la loro unanimità (14 sì e 5 no, di soli maschi): IL DIRITTO DI INNAMORARSI.
Comunque la pensiate, buona lettura degli articoli della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza che è composta in tutto da 54  articoli; io elenco di seguito i 41 articoli della prima parte trascritti da un opuscolo pubblicato dall’UNICEF nel Regno Unito, frutto del lavoro di un gruppo bambini che hanno riscritto con parole loro alcuni articoli della Convenzione, per spiegarli ai loro coetanei di tutto il mondo.
Art.1
Chi ha meno di 18 anni ha tutti i diritti elencati nella Convenzione.
Unicef08Art.2
Ogni bambino ha i diritti elencati nella Convenzione; non ha importanza chi è, né chi sono i suoi genitori, non ha importanza il colore della sua pelle, né il sesso, né la religione, non ha importanza che lingua parla, né se è un disabile, né se è ricco o povero.
Art.3
Quando un adulto ha a che fare con te, dovrebbe fare quel che è meglio per te.
Art.4
Hai il diritto di vedere realizzati i tuoi diritti da parte delle Istituzioni pubbliche (Parlamento, Governo, Ministeri, ecc).
Art.5
Hai diritto ad essere aiutato e consigliato dai tuoi genitori e dalla tua famiglia.
Art.6
Tutti devono riconoscere che hai il diritto di vivere.
Art.7
Hai il diritto di avere un nome, e al momento della tua nascita il tuo nome, il nome dei tuoi genitori e la data devono venire scritti. Hai il diritto avere una nazionalità e il diritto di conoscere i tuoi genitori e venire accudito da loro.
Art.8
Hai diritto ad avere una tua identità.
Art.9
Non dovresti venire separato dai tuoi genitori, a meno che non sia per il tuo bene.
Per esempio, i tuoi genitori potrebbero farti del male o non prendersi cura te. Inoltre, se i tuoi genitori decidono di vivere separati, dovrai vivere con uno solo essi, ma hai il diritto poter contattare facilmente l’altro.
Art.10
Se tu e i tuoi genitori vivete in due nazioni diverse, avete il diritto di ritornare assieme e vivere nello stesso posto.
Art.11
Nessuno ha il diritto di rapirti, e se vieni rapito, il governo deve fare di tutto per liberarti.
Art.12
Quando degli adulti prendono una decisione che ti riguarda in qualsiasi maniera, hai il diritto di esprimere la tua opinione e gli adulti devono prenderti sul serio.
Art.13
Hai il diritto di imparare ed esprimerti per mezzo delle parole, della scrittura, dell’arte e così via, a meno che queste attività non danneggino i diritti degli altri.
Art.14
Hai il diritto pensare quello che vuoi e appartenere alla religione che preferisci. I tuoi genitori devono aiutarti a distinguere fra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.
Unicef05Art.15
Hai il diritto incontrare altre persone, fare amicizia con loro e fondare delle associazioni, a meno che ciò non danneggi i diritti degli altri.
Art.16
Hai il diritto avere una vita privata. Per esempio, puoi tenere un diario che gli altri non hanno il diritto leggere.
Art.17
Hai il diritto di raccogliere informazioni dalle radio, dai giornali, dalle televisioni, dai libri di tutto il mondo. Gli adulti devono assicurarsi che tu riceva delle informazioni che puoi capire.
Art.18
I tuoi genitori devono collaborare per allevarti e devono fare quel che è meglio per te.
Art.19
Nessuno deve farti del male in nessun modo. Gli adulti devono assicurarsi che tu sia protetto da abusi, violenze o negligenze. Nemmeno i tuoi genitori hanno il diritto di farti del male.
Art.20
Se non hai i genitori, o se vivere con i tuoi genitori è pericoloso per te, hai il diritto di essere protetto e aiutato in modo speciale.
Art.21
Se devi essere adottato, gli adulti devono assicurarsi che vengano scelte le soluzioni più vantaggiose per te.
Art.22
Se sei un rifugiato, cioè se devi lasciare la tua nazione perché viverci sarebbe pericoloso per te, hai il diritto di essere protetto e aiutato in modo speciale.
Art.23
Se sei un disabile, fisico o psichico, hai diritto a cure speciali e a un’istruzione speciale, che ti permettano di crescere come gli altri bambini.
Art.24
Hai il diritto di godere una buona salute. Ciò significa che devi ricevere cure mediche e farmaci quando sei malato. Gli adulti devono fare tutto per evitare che i bambini si ammalino, in primo luogo nutrendoli e prendendosi cura loro.
Art.25
Hai diritto ad un controllo regolare delle terapie e delle condizioni in cui vivi, qualora tu venga affidato a centri di cura o di assistenza.
Art.26
Hai diritto ad un sostegno speciale da parte dello Stato se sei in condizioni economiche o sociali disagiate.
Art.27
Hai diritto a uno standard vita sufficientemente buono. Ciò significa che i tuoi genitori hanno l’obbligo di assicurarti cibo, vestiti, un alloggio, ecc. Se i tuoi genitori non possono permettersi queste cose, il governo deve aiutarli.
Art.28
Hai il diritto di ricevere un’istruzione. Devi ricevere un’istruzione primaria che deve essere gratuita. Devi anche poter andare alla scuola secondaria.
Unicef06Art.29
Lo scopo della tua istruzione è sviluppare al meglio la tua personalità, i tuoi talenti e le tue capacità mentali e fisiche. L’istruzione deve anche prepararti a vivere in maniera responsabile e pacifica, in una società libera, nel rispetto dei diritti degli altri e nel rispetto dell’ambiente.
Art.30
Se appartieni a una minoranza etnica, religiosa o linguistica, hai diritto a mantenere la tua cultura, praticare la tua religione e parlare la tua lingua.
Art.31
Hai il diritto di giocare.
Art.32
Hai il diritto di essere protetto dal lavorare in luoghi o in condizioni che possano danneggiare la tua salute o impedire la tua istruzione. Se il tuo lavoro produce un guadagno, devi essere pagato in modo adeguato.
Art.33
Hai il diritto essere protetto dalle droghe illegali e dalle attività volte a produrre e spacciare droghe.
Art.34
Hai il diritto essere protetto dagli abusi sessuali. Ciò significa che nessuno può fare nulla al tuo corpo contro la tua volontà; per esempio nessuno può toccarti o scattarti foto o farti dire cose che non vuoi dire.
Art.35
Hai diritto ad essere protetto per impedire che tu possa essere rapito o venduto.
Art.36
Se appartieni a una minoranza hai il diritto di mantenere la tua cultura, professare la tua religione e parlare la tua lingua.
Art.37
Anche se fai qualcosa sbagliato, a nessuno  è permesso punirti in una maniera che ti umili o ti ferisca gravemente. Non devi mai essere rinchiuso in prigione, se non come rimedio estremo; e se vieni messo in prigione hai diritto ad attenzioni speciali e a visite regolari dalla tua famiglia.
Unicef11Art.38
Hai il diritto di essere protetto in tempi di guerra. Se hai meno di quindici anni non devi far parte di un esercito o partecipare a battaglie.
Art.39
Se sei stato ferito o trascurato in qualsiasi maniera,  per esempio in guerra, hai diritto a un trattamento speciale e ad attenzioni speciali.
Art.40
Hai il diritto difenderti se sei stato accusato di aver commesso un crimine. La polizia,  gli avvocati e i giudici in aula devono trattarti con rispetto e assicurarsi che tu capisca tutto quello che sta succedendo.
Art.41
Hai diritto a usufruire delle leggi nazionali ed internazionali che ti garantiscano maggiore protezione rispetto alle norme questa Convenzione.
E poi c’è anche questo:
Art.42
Tutti gli adulti e tutte le bambine e i bambini devono sapere che esiste questa Convenzione. Hai il diritto di sapere quali sono i tuoi diritti e anche gli adulti devono conoscerli.

Unicef09

Le illustrazioni di questo testo sono di Lorenzo Terranera e sono tratte dall’opuscolo curato dall’Unicef: “I diritti dei bambini in parole semplici