NoDiscriminationIl 21 marzo è la giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite  in ricordo del massacro di Sharpeville, avvenuto nel 1960 in Sudafrica, dove 300 poliziotti bianchi uccisero 69 manifestanti pacifici (tra cui 8 donne e 10 bambini) che protestavano contro l’Urban Areas Act che imponeva ai sudafricani neri di esibire uno speciale permesso se venivano fermati nelle aree riservate ai bianchi.
I dimostranti (in numero compreso fra cinquemila e settemila) si radunarono verso le 10 del mattino presso la stazione di polizia di Sharpeville, nell’odierno Gauteng; si dichiararono sprovvisti di lasciapassare e chiesero alla polizia di arrestarli.
Le autorità usarono diverse forme di intimidazione per disperdere la folla, inclusi caccia militari in volo radente e lo schieramento di veicoli blindati della polizia.
sharpevillePoco dopo le 13, la polizia aprì il fuoco sulla folla.
La notizia del massacro contribuì a creare una escalation della tensione fra i neri e il governo ‎bianco.
In risposta al diffondersi della protesta, il 30 marzo il governo dichiarò la legge marziale a cui seguirono oltre 18.000 arresti.‎
Il 1º aprile, le Nazioni Unite condannarono ufficialmente l’operato del governo sudafricano con la ‎Risoluzione 134. Il massacro divenne un punto di svolta nella storia sudafricana, dando inizio al ‎progressivo isolamento internazionale del governo del National Party.
Quel che successe a Sharpeville fu ‎anche uno dei motivi che convinsero il Commonwealth a estromettere il Sudafrica.
5833Non importa se ci metterete in prigione, siamo qui per la libertà.
È un carico pesante e ci vorrà una grande forza.
Noi siamo i bambini dell’Africa
dicono le strofe della canzone Asikhatali che divenne l’inno del movimento anti-apartheid dopo il terribile massacro di Sharpeville.
Un contributo europeo venne, pochi giorni dopo il massacro, dal folksinger inglese Ewan McColl che compose The ballad of Sharpeville.
Comunque non discriminiate, buon ascolto.

Annunci