AltraScuolaAltraEuropaFilastrocca impertinente
per colei che non si pente.
Tiritera sempliciotta
per colui che non abbocca.
Canzoncina sdolcinata
che in TV non c’è mai stata.
Qualche rima di speranza
per chi guarda in lontananza.


AltroFuturoAmbarabà ciccì coccò
questa Europa a chi la do?
Non ai democratici piddì,
cambian soci notte e dì.
No davvero ai cinque stelle,
non li sento nella pelle.
Né a chi vuole larghe intese
perché avrei altre pretese.
Nè ai soggetti della lega,
chi è razzista non mi frega.
Neanche a quelli della destra,
non mi piace quell’orchestra.

Ambarabà ciccì coccò
ma l’Europa a chi la do?
Io la do a chi è capace
di non essere un rapace.
A chi avrà capacità
di dir no all’austerità.
A chi si alza dalle panche
per lottar contro le banche.
A chi continua a tener duro
immaginando un gran futuro.
A chi propone alternative
giuste, oneste e suggestive.

Ambarabà ciccì coccò
adesso so a chi la do.
Di sinistra è la mia lista
non per questo è utopista.
Mette al centro le persone
e di idee ne ha un vagone.
Vuol riforme radicali,
sotto un cielo di ideali,
in un’Europa di cittadini,
per sentirsi tutti più vicini:
l’Altra Europa è cambiamento,
non ho più un tentennamento.

Annunci