retescuole_logo3Dopo un problema al server, che ha temporaneamente sospeso le sue attività, dal primo di settembre torna finalmente RETESCUOLE.
Solo la macchina si è fermata, le persone no; in questi mesi infatti, oltre ad usare altri luoghi nella rete e ad intervenire attraverso altri canali, lo sforzo dei responsabili è stato quello di recuperare 12 anni di storie  raccontate da chi ha la scuola pubblica nella testa e nel cuore

Ricordo che nello statuto dell’Associazione denominata Retescuole, rete di resistenza in difesa della scuola pubblica sono elencati i seguenti scopi:
a. difendere, diffondere, sviluppare i diritti civili e i valori della scuola pubblica statale espressi negli articoli 3, 33, 34 della Costituzione della Repubblica Italiana;
b. promuovere la comunicazione di rete tra scuole pubbliche, tra chi vive e lavora al loro interno o ne è in ogni modo partecipe ed interessato;
c.       informare l’opinione pubblica su tutto ciò che riguarda la scuola pubblica italiana e più in generale le istituzioni scolastiche europee ed extraeuropee: normativa, pratiche didattiche, organizzazione interna, problemi emergenti…
d. incoraggiare e promuovere la riflessione sulle tematiche dell’istruzione e dell’educazione;
e. elaborare idee e proposte per la valorizzazione, lo sviluppo e il miglioramento della scuola della Costituzione esercitando anche il diritto di critica sulle scelte politiche in merito scolastico e culturale;
f. proporre o dare voce a pratiche di azione collettiva che affrontino i problemi della scuola pubblica;
g. sviluppare la dimensione interculturale della vita sociale nella scuola e fuori di essa esercitando il più forte contrasto all’intolleranza e al razzismo;
h. promuovere una cultura del dialogo e interazione con la diversità in tutte le forme in cui essa si presenta;
i.        diffondere la consapevolezza dell’inviolabilità dei diritti di tutti i soggetti presenti nella scuola e nella società, a partire da coloro che sono in una condizione di maggiore debolezza ed agire per garantire i loro diritti;
j. svolgere attività di promozione della cultura, anche organizzando iniziative di studio e di sperimentazione nell’ottica di creare continuità tra riflessione politica e pratica didattica ed educativa.
CIPscuolaPer il raggiungimento di tali fini l’Associazione:
a. promuove iniziative pubbliche in autonomia e/o in collaborazione con enti pubblici, fondazioni e realtà sociali;
b. gestisce, in uno spirito di apertura nei confronti di tutti i soggetti che difendono la scuola della Costituzione, il sito internet www.retescuole.net” attraverso una redazione, individuata dall’Assemblea e l’individuazione di un Referente; impegna tutti gli/le associati/e alla collaborazione per la sua gestione;
c.       gestisce e modera la mailing list “Retescuole” aperta a chiunque ne faccia richiesta, individuandone il gruppo dei moderatori;
d. promuove, attraverso www.forumscuole.it”, la costruzione di un social network aperto ai gruppi ed ai soggetti che agiscono in favore della scuola pubblica;
e. promuove e cura e l’edizione, anche in concorso con altri, di pubblicazioni specializzate in formato cartaceo e/o digitale;
f. individua all’interno dell’Assemblea i membri del Gruppo Comunicazione, incaricato di redigere in brevi comunicati la presa di posizione dell’Associazione e diramarli ai vari media.

Per chi già lottava in difesa della scuola pubblica ai tempi del ministro Moratti, per chi ha iniziato ai tempi della Gelmini, per chi non ha smesso nemmeno nei tempi del Profumo di Fioroni, per chi era impegnato da molto prima e per chi lo farà a breve, l’indirizzo da tener d’occhio è: www.retescuole.net
Bentornata RETESCUOLE, ci sei mancata!!!

1525398_10152704553214104_7198150113336876480_n

Annunci