Convegno 18 ottobreCondivido, diffondo, interverrò ed invito a partecipare al Convegno “BAMBINI DI VETRO, fragilità e forza nella vita di bambini e famiglie, due lati della stessa medaglia“, organizzata dal CIRCI (Centro di Iniziativa e Ricerca sulla Condizione dell’Infanzia) e prevista per sabato 18 ottobre 2014, alle ore 8.30, presso l’Auditorium della Biblioteca Bassani di BarcoFerrara.

Il CIRCI è una Associazione di genitori e cittadini ferraresi fondata nel 1985 per promuovere, sul territorio, una più attenta cultura dell’infanzia e dell’adolescenza.
Oltre al progetto per i Bambini in ospedale (BIBLIOTECABLU), i volontari del CIRCI si occupano di affido familiare, promuovono manifestazioni culturali e ricreative a livello cittadino (Estate Bambini, Piazza Aperta).
Comunque vi interessiate, buona partecipazione.

BAMBINI DI VETRODietro a noi un anno di servizi “indisciplinati”, speso in una certa misura “fuori casa”, in carcere con i bambini in visita e in ospedale con i bambini oncologici e, sempre intensamente, con bambini e ragazzi disabili, in classe come altrove.
Con bambini incontrati fuori dalla tradizionale dimensione scolastica, convinti che l’educazione come sapere che sa accompagnare la crescita dei bambini può stare loro accanto anche nei momenti di maggiore criticità e che l’educativo ha cose da dire e pratiche utili anche fuori dai muri delle scuole, nella vita di tutti i giorni e in tutti i luoghi in cui i bambini vivono e sono purtroppo così spesso trasparenti agli occhi degli adulti e non visti come persone.

A questi bambini che, come con bella espressione, Ivo Lizzola dice “attraversano l’ombra”, è dedicato il convegno di sabato 18 ottobre che si apre con una riflessione sulle reazioni che l’incontro con la malattia del bambino suscita dentro e fuori al mondo scolastico e dedica le prime ore della mattina al tema dell’integrazione dei bambini disabili nella scuola di tutti.
Nel corso degli anni sempre più l’inserimento dei bambini disabili è divenuto realtà concreta in ogni ordine di scuola e siamo di fronte alla prima generazione di ragazzi divenuta adulta sperimentando una relazione quotidiana e prolungata nel tempo con un coetaneo disabile, condizione che in passato veniva vissuta solo in ambito familiare da fratelli e sorelle e quindi da un numero molto più limitato di persone.
In realtà proprio i bambini sono, noi crediamo, straordinari alleati degli insegnanti nei processi di integrazione meglio riusciti, come spesso ci confermano le parole dei bambini disabili e dei loro genitori quando, come sempre dovremmo fare ci diamo tempo, cuore e orecchie per ascoltarle.

Dopo la pausa di metà mattina, il convegno riparte dal racconto delle esperienze educative che hanno visto quest’anno operatrici ed operatori dell’Isola del Tesoro, della Piccola Casa e del Centro per le Famiglie prendersi cura, assieme ai volontari di Agesci e Circi, della fragilità che bambini e famiglie sperimentano in ospedale e incontrando i padri detenuti nella casa circondariale cittadina.

Annunci