Mauro05Filastrocca impertinente, per colui che non si pente.
Tiritera sempliciotta, per chi proprio non abbocca.
Canzoncina sdolcinata, che in TV non c’è mai stata.
Qualche rima di speranza a chi guarda in lontananza.
Ambarabà ciccì coccò, la regione a chi la do?
No di certo a ‘sto PiDi, la sinistra non è lì.
No davvero ai cinque stelle, non li sento nella pelle.
Né a chi vuole larghe intese, perché avrei altre pretese.
Nè ai soggetti della lega, chi è razzista non mi frega.
Neanche a quelli della destra, non mi piace quell’orchestra.
Ambarabà ciccì coccò, ‘sta regione a chi la do?
Io la do a chi è capace di non essere fugace.
A chi avrà capacità di dir no all’austerità.
A chi dedica attenzione ad ascoltare le persone.
A chi vuole tener duro costruendo un bel futuro.
A chi propone alternative: giuste, oneste e suggestive.
logoAltraEmiliaRomagnaAmbarabà ciccì coccò adesso so a chi la do.
Di sinistra è la mia lista non per questo è utopista.
Mette al centro le persone e di idee ne ha un vagone.
Vuol riforme radicali, sotto un cielo di ideali;
una regione di cittadini, per sentirsi tutti più vicini.
Lo scrivo chiaro alla lavagna, voto l’Altra Emilia Romagna.

facsimile_fe_mini

facsimile_fe_mini2

P.S. La “Filastrocca per l’Altra Emilia Romagna” è liberamente adattata dalla precedente “Filastrocca per l’Altra Europa“.

Annunci