intesta2Anche a Ferrara, come a Bologna e a Padova, è nato il Comitato ferrarese di sostegno alla Lip cioè la Legge d’Iniziativa Popolare per una buona scuola per la Repubblica. Mercoledì scorso infatti si è svolta, presso il locale 381 di piazzetta Corelli, la prima assemblea generale di studenti, insegnanti, personale non docente, genitori e cittadini. L’incontro è iniziato con la presentazione delle tappe che, grazie all’impegno di centinaia di migliaia di cittadini, hanno portato dalla nascita della Legge d’Iniziativa Popolare alla riproposizione della stessa a cura di parlamentari di diverso orientamento politico. Attualmente infatti la LIP è depositata sia alla Camera che al Senato, in forma di disegno di legge dal titolo: “Norme generali sul sistema educativo d’istruzione statale nella scuola di base e nella scuola superiore. Definizione dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di nidi d’infanzia”.
I punti principali che caratterizzano i suoi 29 articoli, in sintesi, sono: una scuola pubblica, laica e pluralista: capace di garantire a tutte e tutti il diritto all’istruzione; risorse certe ed adeguate: il 6% del Pil; estensione dell’obbligo scolastico ai 18 anni; vivibilità delle classi e qualità della relazione educativa: non più di 22 alunni per classe e continuità didattica dei docenti; integrazione vera: dotazione organica aggiuntiva per il sostegno, l’alfabetizzazione, la lotta alla dispersione scolastica; programmi moderni, efficaci, condivisi; unicità della funzione docente, pari dignità, qualificazione; partecipazione di tutti alla gestione della scuola: rilancio ed estensione degli organi collegiali elettivi; autovalutazione delle scuole per un miglioramento continuo; un piano straordinario di edilizia scolastica.

La LIP è una legge che considera la scuola un bene preziosissimo per il paese perchè ritiene che una vera “buona scuola” sia la base della democrazia e del futuro di una società; di conseguenza si oppone ad ogni tentativo di trasformare l’istruzione pubblica in una merce, di privatizzare insegnanti, i saperi ed i destini.

L’incontro ferrarese è proseguito poi con un’analisi dei principali problemi che attualmente investono la scuola e con l’impegno di organizzare una prima iniziativa pubblica, nel prossimo mese di gennaio, in concomitanza con le iscrizioni scolastiche.

Il prossimo appuntamento, a cui è invitata la cittadinanza, sarà domenica 21 dicembre a Bologna per partecipare al primo incontro nazionale di tutti coloro, individui o soggetti collettivi, che hanno la volontà di sostenere e diffondere  la LIP.
L’incontro ha lo scopo di immaginare e organizzare un’opposizione concreta, fatta di proposte alternative, alle più che probabili iniziative legislative che il governo farà, già a partire da gennaio.
Servirà inoltre per strutturare una rete diffusa di comitati cittadini (di studenti, insegnanti, genitori, cittadini), in comunicazione fra loro, che si pongano l’obiettivo di “rileggere la LIP” per attualizzarla,  approfondirla, rendere ulteriormente condivisa e all’altezza di sfidare in Parlamento e nel Paese il piano di riforma classista del governo.
Tutti i cittadini interessati alle iniziative del Comitato Ferrarese di sostegno alla LIP possono segnalare il proprio interesse.
Comunque partecipiate, buon sostegno.

LOGOlipFERRARA

Annunci