pertti-kurikan-nimipaivat-1024x576I Pertti Kurikan Nimipäivät sono una punk band finlandese.
I quattro musicisti rappresenteranno il proprio paese alla sessantesima edizione dell’importantissimo Eurovision Song Contest che si svolgerà nei giorni 19, 21 e 23 maggio 2015 a Vienna.
Hanno vinto infatti la selezione finlandese dell’Uuden Musikiin Kilpailu, (Competizione della Musica Nuova) con il brano “Aina  mun pitaa” (Ogni volta che devo).
Per l’Italia parteciperanno i tre ragazzi de Il Volo, due tenori e un baritono, che hanno vinto il festival di Sanremo con la canzone “Grande amore”.
La notizia non sarebbe di rilievo se i componenti della band finlandese non fossero tutti soggetti con disabilità mentali: tre dei quattro musicisti hanno la sindrome di Down, mentre un altro soffre di autismo.
televoteNati sei anni fa nell’ambito di un progetto sociale destinato ai soggetti adulti con disabilità, sono stati protagonisti di un documentario sulla loro storia  (The Punk Syndrome) e recentemente si sono esibiti sul palco, in un concerto di beneficenza, insieme ai Lordi, vincitori dell’Eurofestival nel 2006. La Sony pubblicherà un loro album
I giornali europei scrivono che i PKN faranno sicuramente discutere e non faccio fatica a crederlo ma la cosa davvero strana è che il motivo della discussione non riguarda assolutamente la loro diversità o le loro capacità artistiche.
pkn5La loro partecipazione ha diviso i fan proprio per la canzone: è infatti il brano più corto mai portato sul palco dell’Eurovision Song Contest, dura 1 minuto e 42 secondi.
In alcuni paesi c’è chi dibatte sulla durata di una canzone, in altri qualcuno dibatterebbe sulla presenza di un gruppo di persone con disabilità mentale in una gara canora.
Quando ci si accorge di queste importanti diversità culturali, viene alla mente la bella frase di Gregory Bateson: “La saggezza è saper stare con la differenza senza voler eliminare la differenza.”
Comunque vi diversifichiate, buon ascolto.

Annunci