coalizione_sociale-621-414-1Povertà: «Condizione di singole persone o collettività umane nel loro complesso, che si trovano ad avere, per condizione economica dovuta a ragioni di ordine politico, un limitato accesso a beni essenziali e primari, ovvero a beni e servizi sociali d’importanza vitale.» 


POVERTÀ E LAVORO

Nel nostro territorio a fronte della chiusura di decine di aziende dal 2008 a oggi sono stati persi miglia di posti di lavoro. Posti di lavoro che il tessuto provinciale non è in grado di riattivare. Nel nostro paese, con la crisi, stiamo conoscendo anche un fenomeno nuovo: povertà pur in una situazione di occupazione, laddove c’è. Salari bassi, dumping contrattuale, lavoro nero… pur di lavorare si accetta qualsiasi condizione.

POVERTÀ E CONOSCENZA
La controriforma del Governo Renzi è l’ultimo passaggio, fatto senza un reale confronto con il paese, di una politica che negli ultimi anni ha impoverito, svuotato, umiliato la Scuola Pubblica come Istituzione, il corpo insegnanti e tutti coloro che vi operano, cancellato opportunità per i giovani di ritrovare nella scuola pubblica la linfa per la costruzione di un futuro che rischieranno di vivere esclusivamente come poveri. E’ necessario affermare il modello di un’Altra Scuola che valorizzi l’Istituzione pubblica e l’accesso ai saperi.
15_03_28-slide_vauro-e1427467227328
POVERTÀ E MIGRAZIONI

Volere impedire i flussi migratori dati dalla spinta di milioni di esseri umani a fuggire da guerre, discriminazioni, fame e miseria è un atto stupido, privo di lungimiranza oltre che disumano. L’UE si deve fare carico di una responsabilità collettiva dei paesi membri.
E tra questi, l’Italia deve praticare una accoglienza che rispetti i diritti e la dignità di chi quotidianamente rischia la propria vita per la speranza di un domani migliore,
a partire dall’approvazione di una buona legge di cittadinanza

POVERTÀ E BENI COMUNI
La straordinaria vittoria su referendum dell’acqua del 2011 è stato il risultato di un faticoso lavoro di informazione, confronto, rete con altri movimenti attivi per l’accrescimento della consapevolezza che, anche se raramente, Davide può battere Golia. Il Golia delle privatizzazioni, però, non si è mai dato per vinto e anche in questo Governo la spinta “privatizzazione” è attiva e minacciosa. E’ necessario ripartire per respingere quest’attacco e difendere tutti i beni comuni, dall’acqua, all’ambiente, dalla casa, alla salute.

Partendo da queste condizioni di povertà è fondamentale, anche nel nostro addormentato e rassegnato territorio, unire le esperienze più vive, partecipate, illuminate per creare una grande coalizione che provi a respingere una dottrina del pensiero unico che cancella diritti, dignità e libertà di donne e uomini che quotidianamente lottano per un domani di emancipazione.
La stessa dottrina che ispira il TTIP e gli altri accordi commerciali in discussione e contro i quali ci si sta nuovamente mobilitando in Europa e negli USA dal 10 al 17 Ottobre.

IN CONTEMPORANEA CON DECINE DI CITTA’ IN ITALIA,
LA COALIZIONE SOCIALE DI FERRARA TI INVITA
SABATO 17 OTTOBRE DALLE 9 IN PIAZZA TRENTO TRIESTE
PER PARLARE, CONFRONTARSI…
PER INIZIARE UN PERCORSO COMUNE.

coalizione_sociale

Annunci