sala_arengo_smallDi seguito il comunicato stampa relativo alla “Discussione aperta alla cittadinanza sulle implicazioni didattiche e istituzionali della riforma denominata Buona Scuola” che si svolgerà venerdì 18 dicembre 2015 a Ferrara presso la Sala dell’Arengo (Palazzo Municipale) con inizio alle ore 16.30.
Comunque la pensiate, buona partecipazione. Mauro

Dopo l’approvazione della Legge nr. 107 del 13/7/15 (cosiddetta Buona Scuola), pur essendo apparentemente calata la tensione nei corridoi degli istituti scolastici (il cui apice è stato raggiunto in occasione di uno sciopero che ha coinvolto l’80% del corpo docente), continuano le discussioni che, istituzionalizzandosi, hanno raggiunto le aule parlamentari e le assemblee regionali, dove si parla di referendum abrogativi, risoluzioni e leggi di iniziativa popolare.
Il fermento all’interno del mondo della scuola , quindi, persiste, anche se i non addetti ai lavori percepiscono uno stato di apparente calma e rassegnazione, tanto più che su molti punti strategicamente importanti per la gestione della democrazia interna e il funzionamento degli istituti scolastici (come ad esempio la ridefinizione degli organi collegiali) pende la spada di Damocle non solo di deleghe affidate al Governo ma anche di forti sospetti di incostituzionalità.
12377729_1003630969710878_773025508187683229_oDi questo e di altro si parlerà alla Sala dell’Arengo (palazzo Comunale di Ferrara) venerdì 18 dicembre 2015 a partire dalle 16.30, in occasione di un incontro organizzato dal gruppo consiliare del M5S della nostra città che vedrà la partecipazione della senatrice Michela Montevecchi (M5S), membro della VII commissione parlamentare (Pubblica Istruzione), del prof. Girolamo De Michele, docente, libero pensatore ed esperto del mondo della scuola con all’attivo numerose e note pubblicazioni vertenti sull’istruzione e sulla didattica. Parteciperà anche Mauro Presini, maestro elementare, esperto del mondo della scuola, molto attivo sul nostro territorio in una instancabile attività di informazione e monitoraggio dei processi educativi, incluso il tema del sostegno alla disabilità.
La titolazione dell’incontro “Discussione aperta alla cittadinanza sulle implicazioni didattiche e istituzionali della riforma denominata Buona Scuola”, introdotta dal consigliere comunale del M5S Claudio Fochi, vuole essere uno stimolo, improntato ad onestà intellettuale, ad una discussione che continua e che ha come obiettivo informare e coinvolgere i cittadini sulle prospettive, aspettative, speranze – e perché no, anche utopie – di quel settore così determinante per la formazione delle competenze di cittadinanza consapevole che è l’istruzione pubblica.

volantino_small_18-12-2015

Annunci